Quali integratori usare per l’acne

Un ciclo di integratori per la pelle può essere prezioso per attenuare i sintomi dell’acne. Di fronte alle tante soluzioni che il mercato mette a disposizione, risulta indispensabile riuscire a trovare quella giusta.

La Farmacia Pelizzo, una delle farmacie di Udine con il più ricco reparto di integratori ci dirà di più a riguardo.

Gli inestetismi dell’acne possono essere combattuti anche con l’aiuto degli integratori. Tuttavia, occorre partire dal presupposto che si sta parlando di una vera e propria patologia, che per altro può essere innescata da una grande varietà di cause: ecco perché c’è sempre bisogno di una diagnosi individuale che prenda in considerazione le caratteristiche del singolo paziente. La terapia identificata dal dermatologo può abbinare un trattamento topico e uno sistemico, a base di oligoelementi e di vitamine con un effetto benefico sulla pelle acneica. Se è vero che non ci sono integratori che da soli siano capaci di eliminare l’acne, è altrettanto vero che la pelle può essere aiutata a ritrovare il proprio benessere e il proprio equilibrio con l’apporto nutraceutico.

Gli integratori per la pelle

Gli integratori per la pelle, tra l’altro, si rivelano utili anche in una prospettiva di prevenzione: per esempio permettono alle pelli più delicate e sensibili di resistere in maniera più efficace alle aggressioni provenienti dagli agenti esterni. È meglio stare alla larga da quegli integratori che promettono di far sparire comedoni e brufoli come per magia; al contrario c’è bisogno di quegli integratori che vanno a supportare i trattamenti farmacologici o cosmetici definiti dal dermatologo. Ad ogni modo, una pelle acneica richieda costanza e molta pazienza.

Le origini dell’acne

Come noto, stiamo parlando di un inestetismo cutaneo che può essere correlato a molteplici fattori, tra cui i cambiamenti ormonali e lo stress: il che è vero in modo particolare nelle donne che si avviano alla menopausa e negli adolescenti. Vale la pena di ribadire ancora una volta che un integratore per acne da solo non può far sparire i punti neri e i brufoli, ma se è caratterizzato dalla presenza di attivi appropriati può essere associato con successo a terapie dermatologiche.

Quando usare gli integratori

L’acne durante il periodo estivo può attenuarsi per effetto dell’azione disinfettante che viene svolta dal sole. Tuttavia, nei mesi più caldi dell’anno si può innescare anche il cosiddetto effetto sebo rebound, soprattutto se non si applica la giusta protezione solare. I raggi infrarossi della luce del sole aumentano la temperatura della pelle e di conseguenza stimolano la dilatazione dei vasi; al tempo stesso favoriscono l’attività svolta dalle ghiandole sebacee, da cui dipende la produzione del sebo. Ecco, quindi, che l’estate è il periodo perfetto per ricorrere agli integratori.

I principi attiviTra i principi attivi che aiutano a combattere l’acne ci sono il pino marittimo francese, l’echinacea, il glutatione, il myo-inositolo, lo zinco e la biotina. Quest’ultima, in particolare, è una vitamina molto importante per la pelle e il suo benessere. Lo zinco, invece, aiuta a difendere le cellule rispetto allo stress ossidativo. Conviene sempre chiedere un parere al dermatologo o al farmacista per non correre rischi nella scelta del prodotto giusto.

Comments

comments