Brufoli: la prevenzione passa per la tavole e lo stile di vita

I brufoli sono un vero flagello che affligge più o meno tutti nel periodo adolescenziale ma anche quello successivo. Anzi, sono molte le donne, per lo più, che sperimentano disturbi della pelle anche in età adulta.
La comparsa dei brufoli può essere la conseguenza naturale di un cambiamento ormonale, appunto tipico di un’età in cui i possibili mutamenti si ripercuotono sulla cute. Ma se invece i disturbi proseguono anche dopo, in età più adulta, allora forse dobbiamo domandarci se stiamo seguendo una buona alimentazione (una buona lettura in merito la trovare su comeeliminareibrufoli.it), se i trattamenti che utilizziamo per la nostra pelle siano effettivamente mirati al tipo di epidermide che abbiamo, o se svolgiamo regolarmente e come si deve tutte quelle operazioni di pulizia che vanno eseguite per garantire la salute alla nostra pelle.

Importante anche una buona idratazione dei tessuti, perché ovviamente se non ripuliamo dall’interno, tutto ciò che resta di nocivo nel nostro organismo (le tossine) tende a manifestarsi proprio sul volto, sotto forma di brufoli e punti neri.

Insomma alimentazione e stile di vita sono, come sempre, i due cavalli di battaglia per la nostra bellezza e salute.

Prima di parlare nello specifico dei rimedi, bisogna pensare alla prevenzione, quindi a debellare tutte quelle cause interne ed esterne che possono incrementare la comparsa dei brufoli.

Parlando di pulizia, ad esempio, lo sapete che quando siamo fuori casa e al contatto con l’aria, sulla nostra pelle finiscono tantissimi piccoli, minuscoli “corpi” estranei? E questi, tra polvere, smog, e altro non fanno altro che creare una patina, un velo sul nostro viso che ostruisce i pori della pelle. Per questo motivo sono fondamentali le maschere, gli scrub, le pulizie appropriate e approfondite che servono a rilupire la pelle da ogni “tossina”.

I brufoli sono noti anche col nome di acne e sono una malattia infiammatoria della cute che ci concentrata sul viso e che interessa il follicolo pilifero e la ghiandola sebacea.

Cosa poter fare per prevenire i brufoli?

La prevenzione passa anche per la tavola: una buona alimentazione è un’arma efficace sempre e comunque, e anche in questo caso!

Cosa evitare di mangiare per non incoraggiare la comparsa dei brufoli? E’ senza dubbio consigliabile evitare alimenti che appesantiscono il fegato, come latte, latticini, alcool, insaccati e carni rosse, e poi tutti quei cibi che procurano danno alla pelle, come la frittura, la margarina, gli oli vegetali e i carboidrati raffinati.

Una buona prevenzione a tavola si può fare con un apporto di cibi che contengono vitamina A, B, grassi buoni come omega 3 e 6, e minerali.
E’ bene consumare legumi, frutta, verdura, cereali integrali, pesce fresco.

La pulizia del viso, abbiamo accennato prima, è anche fondamentale. Deve essere regolare ed effettuata con i prodotti giusti, preferendo quelli naturali e non molto aggressivi.

Un altro elemento che contribuisce a rovinare la pelle è lo stress. Meglio sfogarsi con dello sport che aiuti anche a restare in forma, e a scaricare la tensione. Ne beneficeranno i tessuti irrorati di ossigeno!

E come spesso accade, concludendo, non possiamo che spendere due parole parlando male, malissimo anzi! del più grande nemico del secolo, il fumo di sigaretta, un altro responsabile della pelle brutta. A lungo andare tutto quello in cui eccediamo lo ritroviamo “scritto” sul corpo, E come il fumo, anche con alcool e caffè bisogna andarci piano…

Comments

comments