Crema per acne o crema per brufoli, cosa cercare ?

Esiste veramente una differenza tra una crema per l’acne ed una crema per i brufoli ?
Parlando di creme, quindi prodotti ad uso topico, dal nostro punto di vista non esiste una sostanziale differenza a patto che il prodotto abbia delle caratteristiche formulative che giustifichino un trattamento efficace

Volendo semplificare molto possiamo infatti ricondurre la differenza tra acne e brufoli ad una differenza d’intensità e diffusione dell’inestetismo.
L’acne normalmente descrive un fenomeno abbastanza diffuso sulla pelle e perdurante nel tempo (almeno in certe fasce d’età) mentre il brufolo può essere inteso come la manifestazione singola o poco diffusa dell’inestetismo.

In realtà le cause originarie che portano al “fiorire” di acne e brufoli non sono ancora ben definite ed univocamente identificate; a fattor comune però ricorre, con buon accordo dei vari studiosi, un collegamento ad aspetti ormonali che spiegano bene il frequente insorgere di acne o brufoli in età adolescenziale ed in concomitanza di maternità o ciclo mestruale (molte adolescienti ricorrono alla pillola anticoncezionale per contrastare l’acne proprio perchè rimodula lo stato ormonale).
Ecco perchè parlando di trattamenti ad uso topico cioè prodotti che mirano ad agire sulla pelle e non all’interno del nostro organismo non riscontriamo una significativa differenza tra creme acne e creme per i brufoli.
Fondamentale piuttosto sarà verificare il concetto formulativo d’azione del prodotto che stiamo considerando per accertarci che abbia un senso da un punto di vista dell’azione sulla pelle (topica).

Cercano anche sul web creme per acne, creme brufoli, pomate per acne, creme anti brufoli … si trovano svariati prodotti con i più diversi approcci : dal farmaceutico al bio naturale, dall’elisir miracoloso al più pragmatico (ndr e credibile).
Fra le varie offerte di prodotti, ci siamo soffermati su uno in particolare perchè presenta un’approccio decisamente pragmatico (supportato dalla formulazione) che descrive un’efficace azione sia in caso di acne giovanile sia in caso di acne tardivo (ormonale) ma anche sul semplice brufolo “occasionale” : Q-Acne Complex (prodotto dalla ditta Q1 International Srl).

Come dice il nome stesso Q-Acne Complex affida la sua efficacia ad un complesso di principi attivi che agiscono sinergicamente sul processo di formazione del brufolo.
Ecco, “agire sul processo di formazione del bufolo” pittosto che su imprecisate cause scatenanti (ndr quali?) ci sembra un approccio a cui affidarsi.

La scheda della crema per acne Q-Acne Complex illustra abbastanza chiaramente il fenomeno che si centra principalmente sull’aumento di produzione di sebo della nostra pelle. Quando il sebo in eccesso intrappola un corpuscolo (impurità dell’ambiente depositata sulla pelle) tende ad inglobarlo in un accumulo che con il tempo potrà occludere il poro del follicolo. L’ulteriore sebo prodotto dalla ghiandola sebacea alla base del follicolo non troverà più una via di uscita e causerà l’insorgere dell’odiato “vulcano”. Infine, la rottura della ghiandola sebacea darà luogo all’insorgere dell’infiammazione (rossore e sin lieve dolore al tatto).

Bene, tutto chiaro, ma adesso vediamo cosa fa il prodotto:

La sinergia di acido acetil salicilico ed acido betaglicerretinico di Q-Acne Complex agisce per dissolvere l’accumulo di sebo coagulato che occlude il follicolo con un processo di acidazione ed esfoliazione (essendo acidi i due principi attvi attuano un lieve e mirato peeling). Contestualmente, l’acido acetil salicilico, svolge una funzione batteriostatica andando ad alleviare l’infiammazione.
A seguire nella formula troviamo la Vitamina E (tocheferolo per gli amanti dei nomi scentifici) che contribuisce alla rigenerazione e riparazione del follicolo danneggiato.

In ultimo due componenti meno tecnici ma comunque pregevolmente inseriti nella fomula che sono l’estratto di Physalis Angulata ed Aloe Barbadiensis, rispettivamente per ridurre il rossore il primo e per addolcire il composto (da un punto di vista dermatologico) il secondo.

Tutto questo è molto sensato e ci piace !

Per completezza d’informazione citiamo anche il positivissimo fatto che la scheda prodotto di Q-Acne Complex ci rimanda ad un prodotto correlato con cui si completa il trattamento : Q-Acne Detersion , un sapone detergente specificatamente formulato per rimuovere in profondità il sebo dalla pelle.

Ancora una volta il concetto di sinergia sembra aver guidato il team di ricercatori dell’azienda : con il detergente rimuovo efficacemente il sebo dalla superficie pelle aprendo la strada affinchè i principi attivi della crema possano quindi concentrarsi sul sebo accumulato nel follicolo.
Esiste quindi un vero e proprio Kit Acne !

Si è parlato sin’ora di acne … ma riportiamo l’attenzione anche sui nostri brufoletti occasionali.
Anche in questo caso l’idea del Kit sembra proprio vincente : il sapone detergente ci consentirà di mantenere la pelle pulita (anche dal sebo!!) riducendo le probabilità d’insorgenza dei brufoli e la crema potrà essere utilizzata immediatamente all’insorgere del primo punto nero (o bianco) prima che si trasformi in vero e proprio brufolo.

La linea Kit Acne di Q1 ci sembrata più che convincente ed abbiamo quindi voluto indagare un ulteriore aspetto che normalmente non viene preso in considerazione al momento dell’acquisto di una crema : classificazione e certificazione.

I prodotti sono classificati come Cosmetici e sono regolarmente registrati all’apposito Registro Europeo (CPNP) secondo le indicazioni della normativa europea 1223/209EC.Tale registrazione è molto importante perchè richiede all’Azienda di far approvare la formula ed il confezionamento all’Ente incaricato dando una garanzia ai consumatori che il prodotto rispetta tutti i criteri di sicurezza previsti.
I due prodotti Q-Acne Complex e Q-Acne Detersion riportano correttamente il numero di registrazione CPNP sull’etichetta.

Interpellando l’Azienda ci è stata fornita evidenza del fatto che la produzione è Italiana ed è certificata ISO-GMP ovvero certificata per il rispetto delle procedure di qualità previste dalla normativa internazionale.

In conclusione, parlando di creme e quindi di prodotti ad uso topico, è quanto meno improbabile fare una distinzione tra acne diffuso / perdurante e brufolo occasionale in quanto l’uso topico del prodotto non può che agire sulla manifestazione esterna del problema prescindendo da quelle che potrebbero essere le cause originati (normalmente di predisposizione soggettiva).

E’ fondamentale quindi individuare un prodotto che abbia un corretto approccio per gestire il meccanismo sulla pelle con cui i brufoli insorgono.
Da questo punto di vista il prodotto Q-Acne Complex ci ha decisamente convinto e lo suggeriamo per un’attenta valutazione.
A tal fine ci sembra utile dire che il Team di Assistenza Clienti di Q1 è particolarmente cortese, disponibile e preparato… vale la pena contattarli per chiedere informazioni e chiarimenti

Comments

comments